Pedofilia: denuncia choc, 5 casi a Taizé

'Provo dolore e vergogna'. Fatti risalgono agli anni '50-'80

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 5 GIU - Proteggere, ascoltare, non nascondere. Si muove su queste tre assi la lettera scritta da Frere Alois, priore della comunità di Taizé, in Francia, che ha denunciato alle autorità competenti cinque casi di aggressioni a carattere sessuale su minori avvenuti tra gli anni '50 e gli anni '80 da parte di tre diversi fratelli, due dei quali sono morti più di quindici anni fa. Frere Alois, parla di "vergogna e dolore profondo" nell'ascoltare "ciò che hanno vissuto e sofferto" le vittime. Lo riporta Vatican News.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA