Roma invasa da 60mila chierichetti

Pellegrinaggio da 18 Paesi, 50mila da Germania. Martedì dal Papa

    Da domani a venerdì 3 agosto, Roma sarà invasa per una settimana da un 'esercito' di chierichetti, ben 60 mila, provenienti da una ventina di Paesi di tutto il mondo. I primi gruppi- contrassegnati da cappellini e bandiere colorate -, sono giunti nella capitale già oggi, e hanno affollato l'Angelus del Papa in Piazza San Pietro, mentre stendardi azzurri sventolano da giorni sul Colonnato, visibili da ogni lato dell''ovale' berniniano: lunghi teli verticali con i colori, il motto e il simbolo del dodicesimo pellegrinaggio internazionale dei 'ministranti'.

    Almeno sessantamila tra ragazzine e ragazzini che svolgono il servizio all'altare nelle chiese dei cinque continenti, hanno risposto all'invito dell'Associazione Coetus internationalis ministrantium (Cim). Guidati dal presidente, il vescovo verbita Ladislav Nemet (Zrenjanin, Serbia), giungeranno con le loro tuniche bianche e i fazzolettoni colorati da 18 Paesi, tra i quali Antigua e Barbuda, Russia e Stati Uniti d'America. Ma come di consueto per la stragrande maggioranza - circa cinquantamila - arriveranno dalla Germania. Per questo ad accompagnarli ci saranno il presidente della commissione giovani della Conferenza episcopale tedesca (Cet), il vescovo salesiano Stefan Oster, della diocesi di Passau, e numerosi altri presuli.

    Il motto è ispirato al versetto 14 del Salmo 34: "Cerca la pace e perseguila", mentre momento culminante della settimana sarà, martedì pomeriggio alle 18.00, l'udienza speciale e collettiva con papa Francesco, sempre in Piazza San Pietro.

    Molto intenso il programma della settimana, che domani alle 14.00, con i significati dell'iniziativa, sarà illustrato in una conferenza stampa nella Sala Pio X, alle porte del Vaticano, dagli stessi vescovi Nemet e Oster, insieme ad altri responsabili del Cim e della conferenza episcopale tedesca, presenti anche tre chierichetti. Le attività e gli incontri fra domani e venerdì comprendono messe, momenti di preghiera in vari luoghi di Roma, sentieri di pellegrinaggio, approfondimenti, visite, escursioni, anche suddivise per diocesi o per chiese nazionali.

   Previsto persino, alle 18.00 di mercoledì 1 agosto, un programma d'incontro dei chierichetti a gruppi di tre diocesi, nazionali o internazionali, tipo "blind date" (appuntamento al buio), in più di 300 posti diversi della Capitale. Con la vivacità e l'allegria dei 60 mila chierichetti a farla da padrone in tutta Roma, nel segno della ricerca della pace. Immancabile anche l'hashtag per i social media: #CIM2018Roma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: