Osservatore ricorda 50 anni di Paperinik

'Un superpapero contro lo stress quotidiano'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 11 GIU - "Se l'ottantacinquesimo compleanno di Donald Duck è stato ampiamente celebrato in questi giorni, nessuno, o quasi, ha ricordato che proprio tre giorni fa, l'8 giugno, Paperinik ha compiuto mezzo secolo. Cinquant'anni vissuti spericolatamente": a ricordarlo, curiosamente, è l'Osservatore Romano.
    Il giornale della Santa Sede 'celebra' dunque l'alter ego di Paperino, il "misterioso pennuto in maschera nato dalla matita di Giovan Battista Carpi come parodia dei fumetti noir in voga in Italia sul finire degli anni Sessanta"; il nome richiama infatti quello di Diabolik. "Se Paperino è l'impersonificazione a fumetti del perdente quotidiano (quindi in fondo un po' di tutti coloro che hanno a che fare con parenti avari, nipoti disobbedienti, cugini dal successo inspiegabile, amori mai del tutto corrisposti, utilitarie sempre in panne), il suo alter ego mascherato rappresenta il desiderio di rivalsa insito appunto in ogni perdente, pennuto e non", conclude il giornale vaticano.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA