Papa: no a cristiani dalla doppia vita

"Grandi accusatori vogliono prenderci in contraddizione"

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 10 SET - "La strada di coloro che prendono la novità di Gesù Cristo è la stessa di Gesù: la strada verso il martirio": lo ha detto il Papa nell'omelia della messa a Santa Marta. Martirio non sempre cruento, ma quello di tutti i giorni. "Noi siamo in strada e siamo guardati dal grande accusatore che suscita gli accusatori di oggi per prenderci in contraddizione". Ma, ha avvertito Francesco, non bisogna negoziare con 'le novità', non bisogna "annacquare l'annuncio del Vangelo". La novità del Vangelo non ammette "una doppia vita": è questo in sintesi il messaggio di Papa Francesco nell'omelia della messa di oggi a Santa Marta. C'è differenza tra 'le novità' del mondo e 'la novità' portata da Cristo, sottolinea Papa Francesco. "La novità del Vangelo è assoluta, è totale; ci prende tutti, perché ci trasforma da dentro a fuori: lo spirito, il corpo e la vita quotidiana", ha sottolineato il Papa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA