Post-it

Bernoni Grant Thornton premia l'efficienza energetica

Good Energy Award, storie di pmi con coraggio di innovare

Redazione ANSA

MILANO - Le imprese italiane scommettono sul risparmio energetico e sulla sostenibilità ambientale investendo in innovazione, come dimostrano le storie Made in Italy raccontate da Bernoni Grant Thornton nell'ottava edizione del Good Energy Award, che si è chiusa con la cerimonia di premiazione all'Auditorium Bosch di Milano.
Il riconoscimento, ideato dallo studio di consulenza fiscale, legale e advisory, è rivolto alle aziende che hanno avuto il coraggio di investire in un mercato innovativo in modo responsabile verso l'ambiente, l'economia e il territorio. Le vincitrici del 2017 sono: Ferrari Farm (categoria agroalimentare), con un impianto di coltivazione 'green'; Greenrail (industria), che ha realizzato una traversa ferroviaria ecosostenibile; Giunko (terziario) con un'App per la corretta raccolta differenziata. Accanto a loro, è stata premiata con una menzione speciale l'azienda torinese Argotec, attiva nel settore aerospaziale, che ha fornito tra l'altro i "bonus food", ovvero il cibo per le missioni degli astronauti italiani Parmitano, Cristoforetti e Nespoli.
"Anche quest'anno il Good Energy Award ha avuto un ottimo riscontro, con numerose imprese molto innovative sotto il punto di vista del risparmio energetico e della riduzione dell'impatto ambientale", ha detto Stefano Salvadeo, co-managing partner di Bernoni Grant Thornton, aggiungendo che il tema dell'efficienza energetica "si è ormai rafforzato ed è entrato nel Dna di molte aziende". In otto anni più di 300 aziende si sono candidate a questo riconoscimento e quest'anno sono arrivate in 40 alla fase finale. "Ci ha colpito - spiega ancora Salvadeo - come le imprese si sono evolute nel tempo passando dalla produzione di energie rinnovabili al concetto di efficienza energetiche. E ci ha colpito la voglia di scommettere anche rischiando".
"Siamo contenti di aver accolto, presso la nostra sede, le aziende candidate al premio Good Energy Award che hanno dato prova concreta di impegno nello sviluppo di soluzioni ecosostenibili - ha commentato - l'amministratore delegato di Robert Bosch S.p.a., Gerhard Dambach -. Per Bosch la strategia dell'azienda deve tenere conto di fattori non solo economici, ma anche sociali e ambientali. Da sempre il rispetto dell'ambiente rientra nella nostra missione aziendale e il credo di Bosch è quello di fornire risposte tecnologiche a problemi ambientali attraverso investimenti in ricerca e sviluppo per offrire prodotti e tecnologie che aiutino a tutelare l'ambiente e a preservare le risorse".
Le altre aziende finaliste individuate dalla giuria indipendente, presieduta dal professore Maurizio Fauri dell'Università di Trento, sono state: Brazzale e The Bridge, per la categoria agroalimentare; Marlegno e Salchi Metalcoat, per la categoria industria; Su-Alisea e Energy Way per il terziario. Questa ottava edizione è stata realizzata con il contributo di Bosch e Coop Lombardia, e con il patrocinio del ministero dell'Ambiente, Federazione italiana produttori di energia einnovabile, Consiglio nazionale delle ricerche, Idm Sudtirol, Ordine dei commercialisti di Milano, Trentino Sviluppo, le Università degli studi di Milano e di Trento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: