Lombardia

  • Lite con Fedez per un selfie, ferita cliente discoteca. Il rapper: "Tutto falso"

Lite con Fedez per un selfie, ferita cliente discoteca. Il rapper: "Tutto falso"

Inveisce anche contro gli agenti: 'Non avete protetto un vip'.

Un rapper sempre al centro di polemiche. E' stata una notte da dimenticare per Fedez, protagonista di una lite che è sfociata nel ferimento lieve di un'avventrice della discoteca in cui si trovava, a Milano, graffiata da un frammento di una vetrata da lui rotta. Lo ha comunicato la Questura, che ha precisato che all'arrivo di una 'volante', poi, l'uomo ha anche inveito contro gli agenti: 'Siete delle merde, fate un lavoro di merda', avrebbe detto, secondo quanto riferito dagli agenti, che lo hanno denunciato per oltraggio. Il tutto, secondo la ricostruzione della polizia, sarebbe nato dal tentativo di alcuni ragazzi di chiedere un selfie al rapper.

Il tweet di Fedez


Come riferito stamani dalla polizia, intorno alle 5.30 il rapper è stato avvicinato da un gruppo di ragazzi all'interno del locale Just Cavalli per una foto ricordo. Lui però si è rifiutato, pare in malo modo, e ne è nata una discussione che è degenerata quando quest'ultimo ha lanciato una bottiglia contro una lastra di vetro. Un frammento di vetro ha colpito alla testa una ragazza che è stata accompagnata in condizioni lievi all'ospedale Fatebenefratelli. A quel punto Fedez avrebbe voluto lasciare il locale ma i buttafuori lo hanno trattenuto e lui ha chiamato la polizia per chiedere un intervento. Non riuscendo a lasciare la discoteca neppure con l'arrivo degli agenti, Fedez ha inveito contro i poliziotti accusandoli di non fare bene il proprio lavoro e ha annunciato che avrebbe sporto querela contro di loro.

Il rapper alla polizia: 'Non avete protetto un vip' 
Fedez avrebbe avuto da ridire sull'intervento della polizia, che a suo dire, secondo quanto riferito dalla Questura, avrebbero dovuto tutelarlo in quanto vip. Dopo che è rimasta ferita, seppur lievemente, la ragazza, infatti, Fedez avrebbe voluto lasciare il locale ma i buttafuori lo hanno trattenuto. Lui allora ha chiamato la polizia. Non riuscendo però a lasciare la discoteca neppure con l'arrivo degli agenti, Fedez ha inveito contro i poliziotti accusandoli di non fare bene il proprio lavoro e ha annunciato che avrebbe sporto querela contro di loro. Cosa che ha fatto poco dopo presentandosi in questura e denunciando il cattivo operato delle forze dell'ordine che - sempre da quanto riferito in via Fatebenefratelli - non lo avrebbero tutelato adeguatamente in quanto personaggio famoso. Inoltre, a suo dire gli agenti avrebbero operato un abuso di potere evitando di farsi identificare e non identificando a loro volta i buttafuori che gli avevano impedito di lasciare subito la discoteca.

Un'intervista di Fedez a L7

La polizia ha comunicato che il rapper Fedez sarà denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale per aver offeso alcuni poliziotti ("Siete delle merde, fate un lavoro di merda") la scorsa notte all'interno della discoteca Just Cavalli, a Milano, durante un intervento per una lite. Anche la ragazza lievemente ferita nel trambusto, medicata all'ospedale, potrebbe sporgere querela, dato che per le lievi lesioni non si procede d'ufficio. Secondo la ricostruzione della polizia, attorno alle 4.30 gli agenti sono arrivati al locale dopo le chiamate di diversi clienti (compreso Fedez) per un litigio scoppiato tra il cantante e un gruppo di fan che volevano scattare una foto con lui. Nella denuncia sporta in questura attorno alle 6.10 da Fedez, quest'ultimo afferma di essere stato offeso gratuitamente e di aver sopportato fino a sbottare. Secondo gli altri testimoni ha lanciato una bottiglia contro uno specchio che si è infranto e ha ferito lievemente una cliente.

Fedez: 'Accuse prive di qualsiasi fondamento. Se fosse vero sarei in stato d'arresto '

IL VIDEO POSTATO DA FEDEZ SU FACEBOOK 

Con un video postato sul suo profilo Facebook, Fedez racconta la sua verità "sull'ANSA che la Questura di Milano ha divulgato oggi" sulla lite di ieri sera in una discoteca di Milano, partendo da un assunto: "se fosse vero io dovrei essere in stato di arresto e nessuno mi ha messo le manette". "Il personaggio che tentano di cucirmi addosso da mesi è molto lontano dalla realtà, ma purtroppo - scrive Fedez nel breve post che accompagna il video - è Davide contro Golia". Fedez non ci sta a figurare "come un pazzo che urlava in un locale 'sono un vip', lanciando bottiglie in testa alla gente e insultando poliziotti". Ecco quindi quanto successo nelle parole del protagonista: "mi hanno informato di una ragazza che sanguinava, non so dirvi la dinamica di come questa ragazza si sia fatta male, sta di fatto - racconta - che mi sono prodigato per primo, forse l'unico, a chiamare un'ambulanza. Successivamente mi è arrivato un pugno in faccia ingiustificatamente senza motivo, forse un bicchiere, e mi si è rotto un labbro". A questo punto il rapper decide di "chiamare la polizia per ristabilire un senso di civiltà e identificare chi mi aveva aggredito" ma "da subito le forze dell'ordine si presentano in una maniera molto reticente nei miei confronti, tanto che - prosegue - respiro un'aria parecchio tesa, dove avverto un certo pregiudizio nei miei confronti, tanto da dover impugnare il mio telefono, che purtroppo non funzionava bene, per fare video sporadici dove finalmente posso dimostrare che il mio colloquio è stato più che civile ed educato. Non ho insultato nessuno, anzi, un poliziotto senza minimamente accertarsi di quanto dicevo mi ha accusato di aver tirato una bottiglia a una ragazza e alla mia richiesta di ripeterlo in video ovviamente non l'ha fatto perché si trattava di una mera non minaccia, ma di una maniera per intimorirmi. Non ho capito la situazione, mi sono spaventato e ho cercato di difendermi con il telefonino cercando di riprendere gli insulti, ma ovviamente quando li riprendevo non li ripetevano, ho del materiale - afferma - che porterò nelle sedi opportune e sto cercando di capire se lo posso divulgare pubblicamente, ormai la notizia è pubblica ed è giusto che tutti vedano ciò che è successo". Subito dopo essere uscito dalla Questura, "la Questura di Milano fa uscire un'ANSA che - dice Fedez - mi dipinge come un pazzo psicopatico: questo si collega a un pregresso che è un sindacato di polizia che mi dà dell'invertito, nessuno in quel momento ha gridato allo scandalo, ho paura che alcune forze dell'ordine pensino che io sia un loro nemico, io ho rispetto per lavoro che fanno, ho un forte senso civico, non mi permetterei di insultare gratuitamente un agente di polizia". "Mi dispiace dell'accaduto, sono avvilito, stanco, non ho chiuso occhio e sono anche un po' spaventato. Comunque la verità - conclude - è che sono stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale e io ho denunciato per abuso di potere".

Il legale: 'Mai dette certe frasi contro polizia'

"Va esclusa a priori la responsabilità di Fedez in merito al ferimento della ragazza (considerando che il rapper è stata l'unica persona che ha ben pensato di soccorrerla), ma soprattutto invito e diffido i quotidiani dall'attribuire a Fedez il proferimento di frasi che non sono mai state pronunciate contro la Polizia: ciò anche in considerazione del fatto che è stato proprio l'artista a chiederne l'intervento": così l'avvocato Cristiano Magaletti, legale della label discografica Newtopia, commenta quanto accaduto questa notte al Just Cavalli a Milano. "La prima cosa da dire - si legge nella nota siglata dal legale - è stiamo attenti a mettere sulla bocca di Fedez parole tipo 'Polizia di merda', senza aver prima verificato la realtà dei fatti". Ecco quindi la ricostruzione dei fatti fornita dall'avvocato dell'etichetta fondata da Fedez e J Ax: "Il ragazzo, con la propria fidanzata, era al Just Cavalli per festeggiare i compleanni dei suoi due più stretti amici; era lì in veste privata e non di personaggio pubblico, per intenderci. Come spesso accade, molti fan gli hanno richiesto di potergli scattare delle foto e si è formata una ressa attorno a lui. A quel punto - racconta Magaletti - Fedez si è allontanato e dopo due minuti è scoppiato un piccolo parapiglia, nel quale sono rimasti coinvolti anche i buttafuori del locale: nella confusione, una ragazza si è procurata un piccolissimo taglio alla testa e Fedez - conclude - ha immediatamente chiamato le Forze dell'Ordine".

Salvini: "Fedez nervosetto, gli farebbe bene leva militare" - "Pare che Fedez sia litigioso e nervosetto. Pare che abbia litigato con dei ragazzi e dei poliziotti, in discoteca. Pare che ci siano diverse denunce in corso. Penso che un anno di servizio militare farebbe bene a Fedez!!! Canta e rilassati, fratello". Lo scrive Matteo Salvini su Fb .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA



Vai al Canale: ANSA2030
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano


Modifica consenso Cookie