Post-it

Pordenonelegge: meno visitatori, ma boom sponsor privati

Maltempo impedisce record. Villalta, cultura genera economia

Post-it

PORDENONE - Causa maltempo, l'edizione numero 18 di Pordenonelegge non sarà ricordata per il record di pubblico, ma si può consolare con un'altra performance: per la prima volta, infatti, i contributi economici generati dai privati hanno superato quelli erogati da enti pubblici.

"Una città manifatturiera com'era Pordenone ha saputo inserire l'elemento nuovo della cultura, che genera anche economia", ha commentato soddisfatto il direttore artistico Gianmario Villalta. "Stiamo scollinando - ha aggiunto il presidente della Fondazione Pordenonelegge, Giovanni Pavan - nella percentuale dei nostri partner che non sono realtà istituzionali, e dunque mettiamo sempre più in sicurezza Pordenonelegge. Se lo scorso anno i privati erano il 48-49%, quest'anno riusciremo a superare per la prima volta la soglia non solo psicologica del 50. Fondamentale resta comunque l'apporto delle istituzioni, Regione su tutti, senza il cui impegno sarebbe impossibile dare corso alla manifestazione".

 

Archiviato in