Post-it

Il salone dell'Innovazione biomedica a settembre a Trieste

EuroBioHighTech fiera proiettata verso Europa centrorientale

Post-it

TRIESTE - Si svolgerà a Trieste, dal 21 al 22 settembre, la prima edizione della fiera EuroBioHighTech, salone dedicato all'innovazione negli ambiti del biomedicale, delle biotecnologie e della bioinformatica.
L'evento vuole mettere in mostra il cluster dello "smart health" del Friuli Venezia Giulia, le cui 150 imprese fatturano circa ottocento milioni di euro all'anno, con tre aziende attestate su fatturati superiori a cento milioni di euro ciascuna. Oltre all'esposizione, incentrata su tecnologie per diagnostica in vivo e in vitro, informatica medica e bioinformatica, terapie innovative e Ambient Assisted Living, EuroBioHighTech offrirà occasioni di confronto sui progetti di ricerca e sviluppo, realizzati grazie alla collaborazione fra imprese ed enti di ricerca. Previsti anche incontri "match making" per agevolare le relazioni fra imprese, enti di ricerca, laboratori, aziende sanitarie e investitori.
La fiera è organizzata da Camera di Commercio della Venezia Giulia, rete d'imprese BioHighTech-NET, Centro di Biomedicina Molecolare e Confindustria Venezia Giulia, in collaborazione con la Regione Friuli Venezia Giulia. Nel corso della conferenza stampa di presentazione, il presidente della Camera di Commercio, Antonio Paoletti, ha parlato di "evento unico che guarda al mercato dell'Europa Centrorientale e balcanica: la portata dell'iniziativa è dimostrata dal fatto che è stata inserita nella quinta edizione della European Biotech Week".
"In Friuli Venezia Giulia il settore impiega cinquemila persone e Trieste ha la percentuale più alta d'Italia di imprese innovative", ha sottolineato Diego Bravar, presidente della rete d'imprese BioHighTech-Net.
Sostegno all'iniziativa è giunto da Stefano Fantoni, presidente della Fondazione internazionale Trieste, che curerà l'organizzazione di Esof 2020. "L'assegnazione a Trieste del ruolo di Capitale europea della scienza 2020 - ha commentato il fisico - trova in EuroBioHighTech un tassello fondamentale: Trieste è stata scelta proprio quale piattaforma di un territorio più grande che va dal Triveneto ai Paesi Balcanici".
L'assessore regionale Loredana Panariti ha sottolineato quanto "EuroBioHighTech sia in linea con le strategie regionali in materia di specializzazione intelligente per rendere più competitivo il FVG con posti di lavoro di qualità".

 

Archiviato in