Si svolgerà a New York causa intentata da fondo speculativo

(ANSA) - BUENOS AIRES, 24 GIU - La Corte suprema degli Stati Uniti ha respinto oggi una richiesta dell'Argentina riguardante la nazionalizzazione anni fa della compagnia petrolifera Ypf contro cui il fondo speculativo statunitense Burford ha avviato una azione legale. Lo riferisce il quotidiano Clarin di Buenos Aires. I legali del governo di Buenos Aires speravano che il massimo tribunale accettasse lo svolgimento della causa in Argentina, facendo valere la tesi della mancanza di giurisdizione statunitense.
    Ora, con la sentenza avversa della Corte suprema il contenzioso torna automaticamente al giudice di prima istanza del Distretto sud di New York, Loretta Preska, che all'inizio di giugno aveva emesso una sentenza favorevole alle tesi argentine, ribaltato però in secondo grado. Il fondo Burford, che ha acquistato i diritti di litigio giudiziario di due imprese che erano proprietarie del 25% delle azioni di Ypf prima della nazionalizzazione decisa dall'allora presidente Cristina Kirchner, chiede oltre 3.000 milioni di dollari di indennizzo.
    La richiesta si basa sull'argomento che nel prospetto di privatizzazione della compagnia argentina si stabilì che se in un qualunque momento fosse avvenuto un cambiamento di proprietà, l'azionista maggioritario avrebbe dato l'opportunità ai soci minoritari di comprare il pacchetto azionario, cosa che non avvene durante il processo di nazionalizzazione.(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA