Covid: bilancio vittime Sardegna sale a 198, altri 4 morti

Erano ricoverati all'ospedale SS. Trinità a Cagliari

Sono 8.164 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale si registrano 174 nuovi positivi (126 rilevati attraverso attività di screening e 48 da sospetto diagnostico) e sette decessi, quattro avvenuti il 26 ottobre e tre nella giornata odierna. Le vittime - 199 in tutto - sono tre uomini e una donna tra gli 81 e i 93 anni, residenti nel Sud Sardegna, due uomini di 86 anni della Città Metropolitana di Cagliari e un uomo di 58 della provincia di Oristano. In totale sono stati eseguiti 253.445 tamponi con un incremento di 2.544 test. Sono invece 306 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+3 rispetto al dato di ieri), mentre è di 36 (+1) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 4.719. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 2.883 (+40) pazienti guariti, più altri 21 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 8.164 casi positivi complessivamente accertati, 1.543 (+80) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 1.279 (+33) nel Sud Sardegna, 666 (+11) a Oristano, 1.133 a Nuoro, 3.543 (+50) a Sassari.

LA SCOMPARSA DEL VOLONTARIO Anche Oristano ha la sua prima vittima da coronavirus. Durante la notte è morto un 56enne, volontario del soccorso della Croce Rossa e dipendente del Consorzio di bonifica. L'uomo, originario di Busachi, era ricoverato all'ospedale Santissima Trinità di Cagliari. "È una notizia che ci rattrista e che ci fa riflettere sulla gravità del momento - sottolinea il sindaco Andrea Lutzu - Piangiamo una persona nota per il suo impegno nel volontariato e che anche durante questa emergenza sanitaria si era distinta per la sua generosità". "Durante la prima ondata della pandemia, Oristano era stata risparmiata, in queste settimane - spiega - anche la nostra comunità sta facendo i conti con tanti contagi e purtroppo anche con il primo decesso. Le misure di contrasto alla diffusione del virus devono essere seguite scrupolosamente".

IL RICORDO DEI COLELGHI - "Ciao Mariano Flore vogliamo ricordarti così. Dall'inizio del tuo percorso con noi, quando appena finito il corso di accesso iniziavi a farti conoscere per la tua gentilezza e disponibilità ad aiutare gli altri, fino ad oggi, sempre in prima linea contro un nemico invisibile - si legge nel post pubblicato dal Comitato CRI di Oristano su Fb - Siamo attoniti e dispiaciuti di non averti potuto salutare neanche con un abbraccio o uno sguardo di incoraggiamento in un momento come questo che lascia sole e in silenzio le persone che amiamo. Siamo tutti con te, ovunque tu sia".
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere



    Modifica consenso Cookie