Ci sarà anche versione nettarina per pesca piatta Saturnia

Azienda Civitanova,100 ettari in 5 anni,case history per Spagna

(ANSA) - CIVITANOVA MARCHE (MACERATA), 18 MAR - Si chiama Saturnia ed è la pesca gourmet made in Marche, vanto della produzione agricola regionale con una superficie di coltivazione che nel 2020 è arrivata a 100 ettari totali, per un volume produttivo previsto di 15mila-18mila quintali nella stagione di raccolta 2021. Nei prossimi cinque anni l'azienda agricola Eleuteri di Civitanova Marche, che detiene il marchio Saturnia, dedicherà ulteriori 100 ettari al nuovo gruppo varietale "nettarina Saturnia", che porteranno a un sostanziale raddoppio della superficie, con un investimento di circa tre milioni di euro, che comprende anche la realizzazione di un nuovo magazzino di confezionamento a Porto Potenza Picena. Le coltivazioni della pesca Saturnia si dividono tra le province di Macerata e Fermo e l'azienda è alla ricerca di nuovi terreni dove piantare le nuove varietà. "Ad oggi la produzione di pesca Saturnia è assorbita interamente dal canale della grande distribuzione organizzata italiana - dice Marco Eleuteri, titolare dell'azienda insieme alla sorella Laura -. Con il raddoppio della superficie coltivata diventerà un prodotto disponibile anche per il mercato internazionale e potremo ampliare il mercato in maniera importante, con beneficio dell'intera economia agricola regionale. Al momento molti impianti sono nuovi e quindi non in piena produzione, ma già nel prossimo biennio la produzione potenziale arriverà a 30mila quintali". Evoluzione della 'Pesca Tabacchiera', pesca piatta prodotta in Sicilia, la Saturnia è nata nel 1985 nelle zone collinari attraversate dal fiume Chienti, in provincia di Macerata e Fermo. I Comuni dove si è maggiormente diffusa sono Montecosaro, Montegranaro, Potenza Picena e Civitanova Marche. Considerata uno dei diamanti del comparto agricolo nazionale, è a centro di ricette e menù dei più importanti chef marchigiana. Secondo Eleuteri, la Saturnia "è più simile alla versione originaria del frutto, che era esclusivamente a polpa bianca fino all'inizio del XX secolo, mentre successivi incroci "hanno fatto sì che oggi conosciamo la pesca più comune di forma sferica e a polpa gialla". L'azienda agricola Eleuteri, che fa parte della OP Armonia, una delle più grandi organizzazioni agricole di produttori del centro-sud Italia, nel 2021 metterà a dimora nuove varietà: la Saturnia nettarina piatta, a buccia liscia, nelle versioni a polpa bianca e gialla. In questi giorni la piantumazione è iniziata con la messa a dimora di 6.000 piante sulle colline maceratesi che si aggiungono alle 2.000 già messe a dimora due anni fa. Altre 12mila saranno pronte tra fine 2021 e inizio 2022. Si tratta di varietà sviluppate attraverso la collaborazione con l'Irta, Istituto Frutticoltura della Catalogna (Spagna), Paese all'avanguardia nella selezione delle pesche, nonché primo produttore di pesca piatta per il mercato internazionale.
    Proprio in virtù dell'eccellenza raggiunta dall'azienda marchigiana, la regione autonoma della Catalogna ha invitato di recente l'azienda Eleuteri come case history d'avanguardia nella produzione di pesca piatta in Europa. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie