Emilia-Romagna

Incendio devasta oasi felina, morti otto gatti

Nel bolognese, probabili cause accidentali

"Il giorno più brutto nella storia dell'oasi felina di Pianoro". Così, in un post sulla pagina Facebook, i responsabili del gattile di via Fondovalle Savena, sul primo Appennino bolognese, hanno raccontato l'incendio che la scorsa notte ha devastato la struttura. La maggior parte dei gatti sono riusciti a scappare, spaventati dalle fiamme, ma otto mici che erano nell'infermeria, l'area più colpita del rogo, sono morti carbonizzati, perché intrappolati senza possibilità di fuga. Le cause dell'incendio, dai primi accertamenti di vigili del fuoco e carabinieri della Compagnia di San Lazzaro intervenuti sul posto, risultano accidentali: a quanto pare un cortocircuito partito da un tappetino riscaldato. Gli stessi gestori spiegano che dalle telecamere di sicurezza, installate per scongiurare atti vandalici, non si notano figure che si avvicinano durante la notte.
    I danni causati dall'incendio sono ingenti: strutture, strumenti e apparecchiature anche costose, donate o acquistate negli anni, sono andate distrutte. Alcuni dei gatti che sono scappati risultano ancora dispersi, altri sono già tornati in cerca di cibo. Responsabili e volontari dell'oasi felina di Pianoro, gestita dall'associazione 'Una zampa sul cuore', sono già al lavoro per cercare di ripristinare la struttura e lanciano un appello a fare una donazione collegandosi al sito internet della stessa associazione.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna



      Modifica consenso Cookie