Emilia-Romagna

Campo nomadi Ferrara, vicesindaco sulla ruspa

Trasferite in due mesi dieci famiglie dopo ordinanza sgombero

"A chi continuava a dire che non sarebbero entrate le ruspe nel campo, oggi sono entrate". Così il vicesindaco di Ferrara e assessore comunale alla sicurezza Nicola Lodi in un video sulla sua pagina Facebook commenta la conclusione dello sgombero del campo nomadi di etnia sinti della città, uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale del neo eletto sindaco leghista Alan Fabbri. A salire sulla ruspa, oggi, come gesto simbolico, lo stesso vicesindaco Lodi, che è pure segretario comunale del Carroccio.

Il campo di via delle Bonifiche era occupato da circa trent'anni da una comunità e il primo agosto, per motivi di sicurezza e salute pubblica, è stato oggetto di un'ordinanza contingibile e urgente di sgombero da parte del sindaco. Le famiglie coinvolte sono dieci, una quarantina di persone, tutti residenti a Ferrara, tra cui diversi bimbi, anziani, disabili e anche bambini con disabilità e sono state spostate in altre zone della città o in frazioni del Ferrarese.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie