• Assemblea Pd, Renzi: "Vertice con Merkel-Hollande sarà a Ventotene"

Assemblea Pd, Renzi: "Vertice con Merkel-Hollande sarà a Ventotene"

Il premier: "Saranno nostri ospiti negli ultimi giorni di agosto"

Il vertice tra Renzi, Merkel e Hollande, dopo quello avvenuto lo scorso giugno a Berlino, sarà a Ventotene a fine agosto. Ad annunciarlo il premier, Matteo Renzi, nel suo intervento in cui ha affrontato vari temi.

Ecco i punti principali del suo discorso:    

'Da Ventotene lanciamo il guanto di sfida per cambiare l'Ue' - "Partire da Ventotene significa tornare se stessi e Ventotene sarà il luogo nel quale nei prossimi giorni, nelle prossime settimane, porteremo i leader Ue per provare a costruire insieme le ragioni della speranza e non della rabbia o del populismo": afferma Renzi all'assemblea del Pd,  sottolineando come "mentre qualcuno tenta di rinchiuderci in un dibattito autoreferenziale noi da Ventotene lanciamo il guanto di sfida all'Europa".

'Brexit è sveglia per l'Ue, stop melina su procedure' - "L'Ue deve considerare la Brexit come una gigantesca sveglia, è inutile prendere questo dibattito ed allungarlo su procedure sull'art.50 o altre forme di natura burocratica. C'è un fatto politico e noi non consentiremo all' Ue di essere ostaggio della politica inglese come è stato. E dico ai parlamentari italiani di far sentire alta la voce perché non è possibile continuare con la melina". Così il premier Matteo Renzi nel suo intervento all'assemblea Pd.

'Errori tecnocrazia ma ora giochiamo ruolo' - "Noi non comprendiamo le dinamiche di alcune politiche europee, frutti di errori del passato quando abbiamo consentito alla tecnocrazia di decidere tutto sulle banche, sulla finanza e sul credito. Abbiamo avuto paura di giocare il nostro ruolo, questa paura ci è passata, noi andiamo in Ue a giocare nostro ruolo perchè serve a Ue"

'Accordo Ue non si gioca su pelle diritti' - "Noi diciamo con forza al governo turco che, proprio per la storia dell'Italia che ha visto sia Prodi sia Berlusconi in un rapporto stretto con la Turchia, che mettere in carcere professori e giornalisti non sta mettendo in carcere persone ma il suo futuro. Non c'è alcun accordo sui migranti che possa giocarsi sulla pelle dei diritti umani".

'C'è chi teme Wifi, noi accordi con Amazon' - "Mentre qualcuno sostiene che il wifi faccia male noi facciamo accordi con Amazon, Apple, Cisco, mentre c'è chi vuole chiuderci in un dibattito autorefenziale interno noi lanciamo il guanto di sfida a Ue". Così Renzi ironizza sulle affermazioni del sindaco di Torino in un passaggio del suo intervento in assemblea.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie