Medici volontari in zona rossa, pazienti sono sereni

Primario, 'C'era bisogno d'aiuto e abbiamo detto sì'

(ANSA) - MILANO, 28 FEB - Si sono alternati per tutta la settimana, e lo faranno fino a domenica prossima. Quattro medici del Policlinico di Pavia lavorano da alcuni giorni all'ospedale di Codogno, quello del 'paziente 1' e del focolaio del Lodigiano. "C'era bisogno di aiuto e abbiamo detto sì", racconta un ex ufficiale medico in Marina durante la Guerra del Golfo e ora primario di Pneumologia a Pavia.
    A Codogno hanno trovato 36 pazienti ricoverati. "Direi tutti abbastanza tranquilli - racconta - Sapevano del virus, ma non hanno perso la serenità. C'era chi pensava all'auto da comprare una volta fuori da lì, o faceva progetti per il rientro a casa".
    In divisa anti-contagio, i quattro medici volontari presteranno servizio volontario fino a domenica. "Alcuni medici, negativi al Coronavirus, sono tornati in corsia. Quindi il nostro contributo sta per terminare".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa



      Modifica consenso Cookie