Musei scontati per chi alloggia o consuma a Ferrara

Ingresso ridotto del 30% da luglio a ottobre in spazi Comune

Musei comunali di Ferrara a ingresso ridotto del 30% per chi usufruisce delle attività di accoglienza turistica, ristorazione, bar e taxi in città, da luglio a ottobre 2020. È la nuova iniziativa, 'Ferrara rinasce con i musei', ideata per favorire la ripresa economica, turistica, culturale dopo il lockdown per l'emergenza sanitaria.
    "L'iniziativa - spiega il sindaco Alan Fabbri - si inserisce nell'ampio progetto 'Ferrara Rinasce', attraverso cui vogliamo sostenere e rilanciare tutti gli ambiti economici della città.
    Superato questo momento complicato, Ferrara deve finalmente trovare una collocazione di spicco in termini regionali e nazionali e per farlo è necessario l'impegno di tutti per valorizzare e promuovere al massimo tutte le sue eccellenze".
    Prevista la riduzione del 30% della tariffa intera per l'ingresso in uno dei musei e spazi espositivi del Comune: Museo del Castello Estense, Palazzo Schifanoia e Civico Lapidario, Museo della Cattedrale, Palazzina di Marfisa d'Este, Museo di Storia Naturale (dalla data della sua riapertura) e Padiglione d'Arte Contemporanea (in occasione di mostre temporanee). Per avere la riduzione occorrerà presentare allo Iat-Ufficio Informazione e Accoglienza turistica, sede nel cortile del Castello Estense, uno scontrino o una ricevuta per una spesa pari o superiore a 10 euro fatta in una delle attività economiche di Ferrara che rientrano nella lista approvata dalla Giunta comunale, tra cui alberghi e altre strutture ricettive, attività di ristorazione, gelaterie e bar, servizi di guida turistica e di trasporto con taxi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie