Gip, significativi gli incontri tra Cuomo e Rollandin

'Come documentato dai carabinieri in un'inchiesta della Dda'

Sono "significativi" gli "incontri tra Cuomo e l'ex presidente della Giunta regionale, leader del partito politico di maggioranza Union valdotaine e dominus della politica valdostana, Augusto Rollandin, accertati dalla pg nell'ambito" di un "diverso procedimento aperto presso la procura della Repubblica di Torino - Dda". Lo scrive il gip di Aosta Davide Paladino nell'ordinanza che ha portato agli arresti domiciliari il titolare del Caseificio valdostano e Gabriele Accornero, manager di Finaosta, indagati per corruzione e turbativa d'asta. In particolare gli incontri tra Rollandin e Cuomo sono stati documentati dai carabinieri anche attraverso servizi di osservazione, controllo e pedinamento il "28 febbraio 2015 presso l'abitazione di Cuomo" alla "presenza anche di Gabriele Accornero" e l'"8 gennaio 2016, quando Cuomo e Rollandin si vedono a bordo dell'auto di Cuomo e si dirigono verso Courmayeur".

Il 20 luglio scorso, tre giorni dopo aver subito una perquisizione domiciliare, l'imprenditore Davide Bochet, 49 anni, di Saint-Pierre, "dopo l'incontro con Cuomo contattava Rollandin ed i due, con estrema cautela, concordavano un appuntamento", scrive il gip. "E' verosimile che - prosegue l'ordinanza - per la cautela usata dai tre uomini, l'oggetto dell'incontro con Cuomo concernesse i problemi derivanti dalle recenti perquisizioni e che sia stato questi a suggerire a Bochet di contattare Rollandin". A Bochet, in base all'inchiesta, nel 2016 Accornero aveva affidato "d'urgenza dei lavori presso l'opera Ferdinando" del Forte di Bard, per un importo di 38 mila euro. Ma, scrive il gip, "l'affidamento diretto, appare per lo meno improprio" perché tali interventi erano necessari "già dal febbraio 2015" e quindi vi sarebbe stato il tempo di "indire una gara d'appalto con le procedure ordinarie". In questo contesto di affidamento diretto dei "lavori idraulici di rifacimento delle tubature dell'Opera Ferdinando", Accornero e Bochet, secondo gli inquirenti, si sono accordati "per l'artificioso frazionamento dei lavori al fine di non superare la soglia dei 40.000 euro che avrebbe imposto il ricorso ad una procedura di evidenza pubblica".

Gip, Cuomo pagò gomme auto Accornero - Il "pagamento da parte di Gerardo Cuomo di quattro pneumatici nuovi per l'autovettura nella disponibilità di Gabriele Accornero", nell'ottobre del 2015, è uno degli episodi su cui si sofferma l'ordinanza che ha portato agli arresti domiciliari il titolare del Caseificio valdostano e l'ex consigliere delegato del Forte di Bard. La stessa officina aostana, ha riferito il titolare, aveva appalti con "Finaosta, Aps, Rav e società del traforo del Monte Bianco" ed è "coinvolta in analogo episodio relativo alla fornitura di pneumatici, con l'intervento del Forte di Bard", ad Augusto Rollandin. Il titolare ha detto ai carabinieri: Nel 2015 "si è presentato" l'ex governatore. Ma "non aveva preso appuntamento, non ricordo la richiesta, se doveva cambiare le gomme o altro tipo di prestazione, ricordo che la richiesta era riferita ad un'autovettura Audi di colore grigio". Poi "per la fatturazione" fu "Rollandin a dirci di sentire il Forte di Bard, senza indicare il nome di un responsabile".Con "quel foglio di lavoro chiamai il Forte di Bard due volte". Tuttavia il titolare è "certo che nessuna fatturazione è stata emessa nei confronti del Forte di Bard per quella e per altre prestazioni". Più in generale, scrive il gip nelle 63 pagine dell'ordinanza, "l'accusa avanza il sospetto che dietro alla creazione di tale rete clientelare si annidino ulteriori episodi corruttivi, oltre a quelli già disvelati, che le successive indagini dovranno, eventualmente, confermare".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere