Apple rilascia iOS 14.5, più controllo a privacy e app

L'aggiornamento consente di evitare il tracciamento online

Come da previsione, Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 14.5 per i suoi iPhone, a partire dal modello 6S in poi.

Fra le varie novità apportate, quella più attesa riguarda il maggiore controllo sulla privacy degli utenti, realizzato con App Tracking Transparency (ATT). Una svolta che ha mosso molti big dell'hi-tech, in primis Facebook, a denunciare l'impatto negativo che la funzionalità avrà sulle entrate pubblicitarie degli inserzionisti. Attivando la richiesta al monitoraggio delle app nelle impostazioni degli iPhone, gli utenti riceveranno, all'apertura di una nuova applicazione, un avviso di richiesta sul via libera al tracciamento delle attività online. Se non lo si concede, l'app funzionerà lo stesso ma non raccoglierà informazioni per il cosiddetto IDFA, 'identifier for advertisers', l'identificativo con cui gli inserzionisti costruiscono campagne mirate.

Apple ha realizzato un video per spiegare come funziona l'App Tracking Transparency

Lo sblocco con mascherina - Altra novità di iOS 14.5 è la possibilità di utilizzare il proprio Apple Watch, già connesso all'iPhone, per sbloccare automaticamente lo schermo quando si indossa una mascherina, senza inserire codici o farsi riconoscere tramite Face ID. Al clic sul tasti di accensione del telefono, una vibrazione sul Watch indicherà che l'accesso è avvenuto. Il supporto è per iPhone X e successivi.

Novità per Siri - Con iOS 14.5, Siri non ha più una voce predefinita, ma sarà possibile selezionare quella che si preferisce durante il primo setup del dispositivo; inoltre, chi parla inglese potrà scegliere tra voci più rappresentative delle diversità. Le nuove voci di Siri usano la tecnologia di sintesi vocale neurale (Neural Text to Speech) per offrire una resa estremamente naturale. Anche la voce di Siri in Italia cambia e ora sfrutta questa tecnologia.

Le emoji Apple - ha approfittato dell'introduzione dell'icona che replica una siringa con il vaccino per aggiungere ulteriori emoji al suo vasto catalogo. Molte puntano sull'inclusione, con coppie di vari genere ed etnie che si baciano e una faccina di donna con la barba. Va in questa direzione anche l'integrazione in varie lingue di Siri, tra cui l'italiano, del motore di linguaggio naturale, che rende la voce dell'assistente molto più simile a quella di un umano ed elimina la selezione di default sulla tonalità femminile.

Altri aggiornamenti del nuovo sistema operativo portano il supporto agli AIrTag negli accessori da aggiungere all'app Dov'è, la compatibilità con i gamepad di Xbox One Series X e PlayStation 5 e il Dual Sim su rete 5G.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie