Coronavirus: Cagliari e Dinamo si tagliano stipendio

Giulini: grande senso responsabilità. Stimiamo danni per 4mln

Austerity nel mondo del calcio per l'emergenza coronavirus: anche il Cagliari si taglia lo stipendio. "Sono stati alcuni giocatori e tesserati - ha detto il presidente Tommaso Giulini a Videolina - a cercarmi per chiedere in che modo poter dare una mano e tutti hanno mostrato un grande senso di responsabilità e appartenenza rinunciando a una mensilità. Questo ci aiuta".

Ma economicamente la stagione sta diventando pesante: "La stima dei quattro milioni di danni per la società si avvicina alla realtà. Questa stima non include i diritti televisivi. Se si dovesse perdere anche quelli sarebbe una catastrofe, non basterebbe certo quella mensilità. Vedremo in quel caso cosa fare per aprile e maggio, con molta serenità".

DINAMO, GIOCATORI SI RIDUCONO INGAGGIO. Con l'emergenza coronavirus non si gioca e la Dinamo Banco di Sardegna taglia gli stipendi ai giocatori. È stato raggiunto un accordo fra la società sassarese, gli atleti e lo staff tecnico per una riduzione degli ingaggi. "In previsione di una chiusura anticipata del campionato, la società ha voluto approcciare alla problematica con trasparenza e lealtà e ringrazia lo staff e i giocatori per il profondo senso di responsabilità dimostrato in questo frangente di emergenza, soprattutto nella comprensione dell'eccezionalità del momento che tutto il mondo sta vivendo anteponendolo all'aspetto economico", spiega una nota del club del presidente Stefano Sardara. "La Dinamo 2019-2020 dimostra ancora una volta di essere una squadra composta da grandi professionisti e grandi uomini, perfettamente allineati a quei valori e quei principi fondanti della filosofia biancoblu".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie