Coronavirus: nuovo stadio Cagliari senza spazi commerciali

Giulini: cambio di strategia insieme a Regione e Comune

L'emergenza coronavirus cambia le strategie sullo stadio del futuro per il Cagliari Calcio: via la parte del progetto relativa agli spazi commerciali. "Ne stavamo già parlando nei mesi scorsi con il presidente della Regione Solinas e il sindaco di Cagliari Truzzu - ha detto il presidente del Cagliari Tommaso Giulini alla tv sarda Videolina - avevamo tenuto la questione sotto traccia. Ma ora mi sento di dire che, in un momento in cui temiamo la recessione e speriamo in una ripresa, non si può pensare a nuovi spazi commerciali. Oggi noi dobbiamo sostenere i nostri commercianti, le nostre piccole imprese. Mi auguro che in tempi brevi la Regione e il sindaco ci confermino questo contributo aggiuntivo per riacquistare l'area e consentirci di non fare lo spazio commerciale in modo da avere comunque un piano economico-finanziario equilibrato. Prima la Regione ce lo confermerà e prima potremo progettare lo stadio e basta". Un passaggio che Giulini reputa fondamentale. "Ricordo che lo stadio è in concessione. Se il Cagliari vincerà il bando lo costruirà lui stesso con un'impresa. Se non lo vincerà lo costruirà un altro, posto che il Cagliari comunque giocherà lì.
    Non è uno stadio di proprietà, non è nostro terreno, siamo nelle mani delle pubblica amministrazione: penso che si arriverà alla decisione comune di costruire solo lo stadio". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie