Riabilitazione cardiologica a Spoleto

Progetto "Il battito delle emozioni, le ragioni del cuore"

(ANSA) - SPOLETO (PERUGIA), 28 MAR - Grazie all'associazione "Amici del Cuore" ed al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto è stato attivato al "San Matteo degli Infermi", il progetto "Il battito delle emozioni, le ragioni del cuore" condotto della dottoressa Silvia Petrini, psicologa e psicoterapeuta con esperienza nella riabilitazione cardiologica che, in collaborazione con l'équipe sanitaria diretta dalla dottoressa Serenella Conti, si articola in incontri psico-educazionali, counseling psicologico individuale e di gruppo e training di rilassamento muscolare progressivo, psicoterapia individuale e di gruppo e attività di auto-aiuto.
    "Il progetto - spiega in una nota della Usl Umbria 2 il responsabile della direzione medica di presidio dr. Luca Sapori - ha l'obiettivo di descrivere i benefici dell'intervento psicologico in cardiologia riabilitativa partendo dalle linee guida nazionali per la gestione della malattia cardiologica, dal piano regionale della cronicità oltre che dai nuovi Lea nei quali è prevista l'assistenza psicologica per le persone con disabilità e le loro famiglie".
    "E' ormai noto - prosegue il dr. Sapori - che la malattia cardiaca acuta rappresenta, infatti, un attacco all'integrità personale, interrompe il normale corso dell'esistenza e in molti casi viene vissuta come un vero e proprio evento traumatico".
    Il modo di affrontarla - prodegue la nota - dipende da una molteplicità di fattori: quelli legati alla personalità del paziente, quelli legati alla natura della malattia e quelli che riguardano il contesto sociale e di cura (relazione con il personale sanitario).
    Il supporto educativo e l'intervento psicologico devono essere considerati parti essenziali di un ciclo riabilitativo e lo scopo di questi interventi è di facilitare il ritorno ad una vita normale e di incoraggiare i pazienti ad attuare cambiamenti nello stile di vita, al fine di prevenire ulteriori episodi. Il supporto educativo e psicologico e, inoltre, necessario per affrontare la sofferenza psicologica che comunemente segue la malattia coronarica.
    La direzione dell'Azienda Usl Umbria 2 e la direzione medica dell'ospedale di Spoleto "rivolgono un sentito ringraziamento al presidente avv. Sergio Zinni e a tutto il consiglio di amministrazione della Carispo, che da sempre contribuiscono alla realizzazione di progetti volti a migliorare la qualità delle attività sanitarie erogate dal nosocomio, nonché al presidente Giuliano Piccioni e a tutti i volontari all'associazione 'Amici del Cuore', che da anni sono vicini ai pazienti con malattie cardiache del territorio Spoletino con iniziative di supporto all'azione dei medici, degli infermieri e dei fisioterapisti del servizio di Riabilitazione cCardiologica del S. Matteo degli Infermi". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie