Processionarie, in un opuscolo i consigli per eliminarle

Realizzato da Servizio Fitosanitario regionale e Usl 1 e 2

(ANSA) - PERUGIA, 8 FEB - E' l'ultimo periodo utile per eliminare i bozzoli delle processionarie che si sono formati sui pini e sui cedri dei giardini. Con i primi tepori primaverili di fine febbraio, infatti, le larve usciranno dai bozzoli e cominceranno a creare disturbo e problemi soprattutto ai cani e ai bambini che giocano sui prati.
    Per affrontare la problematica, alcuni consigli sono riportati nell'opuscolo "Processionaria del Pino. Modalità di controllo a tutela della salute" realizzato dal Servizio Fitosanitario regionale della Regione Umbria, in collaborazione con Usl Umbria 1 e Usl Umbria 2. Si raccopmanda, fra l'altro, di rimuovere i nidi mediante il taglio del ramo sul quale si è sviluppato il bozzolo e metterlo in un contenitore con acqua; dopo una settimana si può interrare tutto il contenuto in buche profonde e lontane dalla portata delle persone. Nel caso il nido sia molto alto, affidare il lavoro ad una ditta vivaistica che può operare con apparecchiature per il lavoro in quota.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere