Inchiesta petrolio resta a Potenza

E' quanto emerge dal vertice a Roma tra le Procure

Nessun trasferimento di atti per il momento dalla procura di Potenza a quella di Roma in merito al dell'estrazioni petrolifere in Basilicata. E' quanto emerge dall'incontro svolto oggi a piazzale Clodio tra i vertici della procura capitolina e gli omologhi potentini.  In base a quanto si apprende nel corso del vertice sono state fatte valutazioni sullo stato delle rispettive indagini (a Roma è stato avviato un fascicolo sulla presunta attività di dossieraggio per il ministro del Delrio ha chiesto una verifica, ndr) e non è stata presa alcuna decisione sull'eventuale trasferimento di atti da parte della procura di Potenza. Non è escluso che le parti possano a breve tornare a confrontarsi sui profili di competenza territoriale legati alle indagini.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie