Sardegna

Air Italy: attesa oggi la firma su intesa per Cig

Oggi via libera a decreto, nuovo incontro già fissato per le 16

Dura ormai da quasi cinque ore l'incontro, in videoconferenza, che dovrebbe sancire la firma dell'intesa sulla proroga della cassa integrazione per ulteriori sei mesi per i circa 1.400 lavoratori di Air Italy. La discussione, secondo quanto appreso, si sta dilungando sui molteplici aspetti del documento. Un percorso in discesa che sembrava già definito dopo l'introduzione dell'articolo 4 comma 1 del decreto pubblicato in gazzetta ufficiale la notte scorsa e che ha invece - evidentemente - bisogno di altre limature.

INTESA AD UN PASSO - E' ad un passo l'intesa sulla cassa integrazione per i circa 1400 lavoratori dell'ex compagnia aerea sardo-qatariota Air Italy per i quali oggi dovrebbe scattare il licenziamento collettivo. Nel corso della riunione in video conferenza di ieri, con sindacati, proprietà, liquidatori, rappresentanti dei Ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico, Regioni Sardegna e Lombardia, i responsabili dell'ex Meridiana si sono detti favorevoli al prolungamento della cassa integrazione fino al 31 dicembre 2021, ma l'ufficializzazione dell'accordo è stata rimandata a questa mattina, nell'attesa che, questo pomeriggio, il Consiglio dei ministri vari la norma che garantirà la proroga degli ammortizzatori sociali.

Nell'incontro, secondo quanto si apprende da fonti sindacali, il direttore generale del Ministero del Lavoro ha comunicato che il decreto legge che conterrà anche le modifiche per i lavoratori Air Italy dovrebbe essere pubblicato oggi stesso sulla gazzetta ufficiale e quindi entrare in vigore oggi stesso. Per questa ragione, tutti i presenti al tavolo hanno convenuto di riconvocarsi domani alle 16 per la sottoscrizione dell'accordo.

"La riunione sulla vertenza AirItaly è durata poco meno di un'ora ma - dice il segretario generale della Filt Sardegna Arnaldo Boeddu - posso ritenermi soddisfatto. Nell'accordo che, verosimilmente, si sottoscriverà oggii, sarà possibile anche approfondire ulteriormente alcuni aspetti sulle politiche attive e fare in maniera che, così come la scorsa volta si possa firmare un ulteriore verbale proprio agevolare il rinnovo delle licenze e dei brevetti e per evitare che i lavoratori perdano gli attestati indispensabili per poter trovare occupazione rimando nel settore del trasporto aereo".

USB, ORA TAVOLO CON REGIONI SARDEGNA E LOMBARDIA - "Il governo ha fatto la sua parte e domani si firmerà l'accordo di cassa per sei mesi, a costo zero per l'azienda: ci sarà una proroga vincolata a all'accordo di settembre per le politiche attive del lavoro". Lo ha detto il segretario nazionale Usb Francesco Staccioli parlando ai lavoratori Air Italy al presidio in via Molise a Roma, davanti al Mise. "La cosa che manca al momento è quella che noi, insieme ad Ap, abbiamo sottolineato - ha aggiunto - ossia che questo percorso molto breve deve essere accompagnato da un tavolo interistituzionale con coinvolgimento delle Regioni Sardegna e Lombardia sul futuro di questo settore". Secondo Staccioli, infatti, "l'estate 2021 rischia di essere ricordata per l'estate delle low cost: in questo settore volano gli aerei che non hanno bandiera e storia italiana e con contratti non italiani. L'Italia è un Paese che si sta condannando ad essere un modello low cost e io non sono ottimista, ma ci dobbiamo provare. Questo è l'ultimo giro di giostra".

FIT-CISL, FIDUCIOSI SU INTESA PER CIG - "Siamo fiduciosi nell'esito positivo dell'incontro che garantirà il sostegno economico e il tempo necessario per trovare soluzioni occupazionali" E' quanto afferma Gianluca Langiu segretario Fit Cisl Gallura, in merito al vertice di oggi su Air Italy. "La vertenza Airitaly è incanalata nella giusta direzione - aggiunge - L'incontro è stato posticipato in attesa della pubblicazione del DPCM, atteso per oggi, e grazie all'impegno del ministro Orlando e dell'onorevole Mura, da subito in prima linea, verrà inserita la norma che consente la proroga come da Noi richiesta".

MURA (PD), ORA VISIONE INDUSTRIALE E OCCUPAZIONALE - "Benvenuta l'iniziativa dei parlamentari della Lega su Air Italy, sia pur dopo che la cabina di regia ha accolto la nostra richiesta di prolungamento della cassa integrazione fino al 31 dicembre 2021. In vertenze difficili come questa occorre la massima condivisione tra soggetti politici e istituzionali, se si vuole raggiungere l'obiettivo che, va chiarito, non è solo la proroga della cig ma una prospettiva industriale e occupazionale per strutture e lavoratori. Confido dunque che il ministro Giorgetti risponderà nel merito ai parlamentari del suo partito, dal momento che dopo più di tre settimane la lettera che gli ho scritto rimane ancora senza riposta". Così la presidente della commissione Lavoro della Camera Romina Mura (Pd), dopo che un gruppo di senatori della Lega hanno annunciato la presentazione di "un mozione per proporre al Governo un intervento tempestivo riguardo Air Italy".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie