Maltempo: bomba d'acqua a Macomer, sindaco chiude sottopassi

Allerta Protezione civile per forte vento e piogge

Una bomba d'acqua si è abbattuta stamattina su Macomer provocando danni a un'azienda agricola in località a Orovó, fra Tossilo e l'ingresso sud della città, ma anche all'interno dell'abitato, dove è stato necessario chiudere alcuni sottopassi a causa degli allagamenti. Il sindaco Antonio Succu per far fronte all'emergenza ha convocato il Coc.

"La Protezione civile è intervenuta nell'azienda agricola dove i lavoratori erano in gravi difficoltà a causa degli allagamenti e danni alle strutture - spiega all'ANSA il primo cittadino - Abbiamo dovuto anche chiudere dei sottopassi in città, ancora sbarrati in via precauzionale per le prossime ore sebbene il peggio sia ormai passato. Le forti piogge hanno fatto temere anche per la linea ferroviaria Macomer-Cagliari, ma fortunatamente - precisa il sindaco - non è stato necessaria la chiusura: dal sopralluogo dei tecnici infatti non è risultata compromessa. Il Coc resta riunito, aspettiamo l'evolversi della situazione e manteniamo ancora lo stato di allerta per le prossime ore".

IN ARRIVO BURRASCA. Nei prossimi giorni infatti l'isola sarà interessata da una perturbazione che porterà pioggia, temporali, vento con punte di 100 chilometri all'ora e un abbassamento delle temperature di dieci gradi. "Già da venerd' pomeriggio - spiega il meteorologo Matteo Tidili, di Rai Pubblica utilità - si verificheranno le prime piogge che da nord a sud si estenderanno su tutto il territorio regionale, rinforzandosi durante la notte".

Accanto alla pioggia è atteso un forte vento di maestrale, con raffiche fino a 100 chilometri orari nelle zone particolarmente esposte, dove sono previste mareggiate anche violente. "Si registrerà un sostanziale abbassamento delle temperature - conferma l'esperto - con massime che passeranno dai 30 gradi attuali ai 19. Questo quadro climatico rimarrà sull'Isola per le giornate di venerdì e sabato". Domenica nuovo peggioramento con piogge e temporali abbondanti nelle zone centrali e occidentali.

SCATTA ALLERTA PROTEZIONE CIVILE - Doppia allerta meteo della Protezione civile regionale per temporali, mareggiate e venti di burrasca. Dalla mezzanotte di oggi e fino alla mezzanotte di domani, venerdì 25, allerta gialla (ordinaria) per rischio idrogeologico in quasi tutta la Sardegna. Criticità arancione (moderata) invece nel Logudoro. "Dalle prime ore di domani e fino al primo pomeriggio saranno possibili temporali forti isolati su tutto il territorio regionale, specialmente sui settori occidentali dell'Isola - si legge nel bollettino - Dalle prime ore della giornata di domani si assisterà ad un incremento della ventilazione da ovest sulle Bocche di Bonifacio, in estensione al resto del territorio regionale, specialmente sulle coste occidentali e settentrionali, con venti di burrasca da nord-ovest. Raffiche di burrasca sono previste almeno fino a tutta la giornata di sabato 26. Mareggiate sulle coste esposte a maestrale a partire dalla serata di venerdì 25 e fino a tutta la giornata di sabato 26".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie