A Villamassargia legalità corre tra vie paese

Percorso toponostastico per 'abbracciare' il centro da periferia

Combattere le mafie, riappropriarsi della periferia della città per riqualificarla e, allo stesso tempo, ringraziare gli uomini e le donne che in questi mesi hanno lavorato con sacrificio per gestire l'emergenza sanitaria legata al coronavirus. È l'obiettivo che si è prefissato il Comune di Villamassargia che oggi, Giornata nazionale della legalità, presenta il progetto "Le Vie della legalità", un percorso toponomastico che si articolerà in prevalenza lungo le strade di periferia che cingono il paese, quasi abbracciandolo, per cominciarne la riqualificazione.

L'iniziativa avrà luogo in contemporanea nazionale grazie all'Anci, che ha accolto la proposta di Maria Falcone di dedicare la giornata a tutti coloro che in questi mesi si sono prodigati nella difficile gestione dell'emergenza Covid. "Per noi questo progetto rappresenta il coronamento dell'attività amministrativa del nostro gruppo politico civico 'Il paese che vorrei'", spiega la sindaca Debora Porrà.

"Abbiamo sempre lavorato nella direzione della legalità, faro guida di ogni cittadino per il miglioramento della vita individuale e collettiva, e invito a raccogliere l'esempio di coraggio, libertà, verità, onestà, di grandi uomini e donne che hanno messo la loro stessa vita a disposizione del cambiamento, contro il silenzio e l'omertà". La prima cittadina conta di concludere il progetto in un'altra data simbolica: "il 19 luglio in cui ricorre l'anniversario dell'attentato a Paolo Borsellino".

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie