Baccega, ridotte liste attesa in Vda

"Azione congiunta con Usl per dare risposte a valdostani"

"Il percorso avviato a gennaio sulle liste di attesa comincia a dare i primi risultati positivi. La collaborazione fattiva con l'Usl della Valle d'Aosta ci ha permesso di dare una risposta ai valdostani". Lo ha detto l'assessore regionale alla sanità, Mauro Baccega, in una conferenza stampa per illustrare le attività realizzate, "a partire dalle convenzioni con l'Irv per cardiologia e neurologia con due medici in più a disposizione, con l'Asl Torino e una società milanese per psichiatria (2 medici) e con l'Asl di Alessandria per pneumologia (un medico)". Inoltre "è stata avviata un'importante azione di revisione delle agende che sta dando risultati significativi, alcune visite sono state anticipate e i tempi di attesa si sono ridotti, per esempio nella chirurgia vascolare da 50 a 35 giorni, in radiografia da 49 a 31 giorni". "Non è finito qui - ha aggiunto Baccega - perchè il lavoro prosegue, l'esigenza primaria è di avere nuovi medici e specialisti, le prospettive future sono complesse".
    Carenza di medici che è stata ribadita da Angelo Pescarmona, commissario dell'Usl Vda, "perchè manca il ricambio generazionale". "Le visite urgenti - ha proseguito - oggi sono comunque fatte nelle 72 ore, saranno introdotte quelle in 10 giorni e quelle differite scenderanno da 180 a 120 giorni. In tre mesi la situazione delle liste di attesa è sensibilmente migliorata. Resta il problema della domanda di esami di diagnostica che è quasi il doppio rispetto alla media nazionale". 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere