Guichardaz, piano Casinò immaginifico

'Situazione al limite del tracollo'

 Il Piano di risanamento del Casinò di Saint-Vincent "è ritenuto dall'organo di vigilanza piuttosto immaginifico, sia sotto il profilo economico-finanziario sia progettuale". Lo riferisce il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Jean-Pierre Guichardaz, dopo l'audizione in quarta commissione del collegio sindacale della casa da gioco.

"Gli otto milioni della prima tranche, previsti dal disegno di legge di maggioranza, dovrebbero bastare a malapena per le fideiussioni e gli arretrati dei lavoratori collocati in 'Fornero', mancherebbero i soldi per garantire una sufficiente liquidità, per onorare gli impegni con i fornitori, le maestranze, il fisco e soprattutto per il rilancio della Casa da gioco", spiega Guichardaz.

"Una situazione - aggiunge - al limite del tracollo che viene gestita da un amministratore unico che a pochi giorni dal suo insediamento si permette di vomitare livore sulla politica (quella con la p minuscola, cioè quella che non l'ha nominato), sulle organizzazioni sindacali (che non dovrebbero fare politica) e di conseguenza sui lavoratori".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere