Macellaio aggredito, in tre sentiti dal pm

Due allevatori e proprietario capannone di Quart

Il pm Eugenia Menichetti ha sentito tre persone - senza avvocati - nell'ambito dell'inchiesta sul tentato omicidio del macellaio Olindo Ferré, di 68 anni, di Charvensod, trovato lunedì scorso gravemente ferito in un capannone di Quart, in frazione Seran. Si tratta di due allevatori, i fratelli Rudy ed Elvis Blanc, e dell'impresario Camillo Lale Demoz - proprietario del capannone dove è stato trovato il macellaio - tutti di Quart. In procura anche la squadra mobile. I fratelli Blanc sono usciti dopo circa due ore, poco prima delle 17. Hanno confermato ai cronisti di conoscere Olindo Ferré, allontanandosi a passo spedito da via Ollietti - "Non abbiamo tempo" - senza rispondere alle altre domande.
    "Lasci stare va, sono stato fino ad adesso lì, tanto non mi ricordo niente", ha detto ai giornalisti Lale Demoz, uscito da palazzo di giustizia verso le 17.30. Non ricorda nulla perché avevate bevuto qualche bicchiere? "Qualche bicchiere…". C'erano anche i fratelli Blanc? "Loro non c'erano".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere