Lapide ricorda anarchica Pierrine Vauthier

Combattè in guerra Spagna,"pericolosissima" per polizia fascista

Una lapide per ricordare Marie Pierrine Vauthier (1908-1973), combattente anarchica che partecipò dal 1936 al 1939 alla guerra di Spagna combattendo contro Franco. La pietra commemorativa è stata posta nel cimitero di Rhemes-Saint-Georges, paese di origine della donna.
    A soli 14 anni si era trasferita a Parigi in cerca di fortuna.
    Trovò lavoro come cameriera e si avvicinò agli ambienti dell'anarchismo internazionale. Nel 1931 si trasferì a Barcellona, militando in un movimento anarchico, e venne espulsa in Francia. Allo scoppio della guerra civile spagnola nel 1936, si arruolò nella colonna Ascaso a difesa della giovane repubblica, occupandosi dell'arruolamento di italiani e nel reperimento di armi e finanziamenti per la milizia antifranchista tra Toulouse, Perpignan e Barcelona. Una sorta di 'Mata Hari' anarchica. Per la polizia segreta fascista era considerata "pericolosissima". Dopo la guerra visse tra Francia e Spagna fino al 1967, quando rientrò in Valle d'Aosta. Morì in un incidente stradale.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere