Convegno su Comunicazione fine vita

Confronto esperti e giuristi su testamento biologico

(ANSA) - SPOLETO (PERUGIA), 12 SET - "Le conversazioni necessarie, la comunicazione nel fine vita. La legge 219/17" è il tema di un convegno in programma il 6 ottobre a Spoleto, nella sala Antonini della Rocca Albornoziana. Annunciata la presenza di Giuseppe Englaro, presidente dell'associazione "Per Eluana".
    L'iniziativa, promossa nell'ambito del 21/o convegno sulle cure palliative, è organizzata dall'associazione onlus Aglaia in collaborazione con l'Usl Umbria 2-Servizio formazione, comunicazione e relazioni esterne, con il patrocinio di Regione Umbria, Comune di Spoleto, Società italiana di cure pallative.
    Il convegno vedrà la presenza, tra gli altri, di Simonetta Antinarelli, direttore distretto socio-sanitario di Spoleto, Marta De Angelis, medico palliativista Aglaia e coordinatore Sicp Umbria, Umberto De Augustinis, sindaco di Spoleto, Maurizio Di Masi, giurista, Maria Stefania Gallina, responsabile servizio formazione, comunicazione, relazioni esterne Azienda Usl Umbria 2, Giada Lonati, direttore socio-sanitario Vidas di Milano, Bruno Mazzocchi, responsabile servizio cure palliative Asl di Grosseto e Paolo Trenta, presidente Osservatorio di Medicina Narrativa Italia.
    L'Usl Umbria 2 ha spiegato in una nota che la delicata materia relativa al biotestamento, in Italia al centro per anni di un acceso confronto per i risvolti etici, morali e sanitari, sarà dibattuta e approfondita da esperti, medici palliativisti, psicologi, giuristi e rappresentanti di associazioni. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere