S'innamora dell'infermiera che gli dona rene e poi la sposa

Domenica scorsa le nozze in Comune a Pisa

La condanna alla dialisi permanente gli ha prima regalato la speranza di uscire da quella "prigionia", poi una storia d'amore coronata nel matrimonio. E' la storia, raccontata da La Nazione, di un paziente in attesa di trapianto e della sua infermiera diventata prima samaritana (le ha donato un rene) e poi sua moglie. Protagonisti Giacomo Schinasi, responsabile amministrativo della comunità ebraica pisana, e Cinzia Stracquadaini, l'infermiera, piemontese di origine, conosciuta cinque anni fa in corsia e domenica divenuta sua moglie dopo una cerimonia con rito civile celebrata in Comune a Pisa.

L'insufficienza renale di Giacomo lo costringe a tre sedute la settimana di dialisi e nel reparto ospedaliero incontra Cinzia: tra i due sboccia l'amore e nel 2014 lei decide di donargli un rene dopo avere scoperto di essere un donatore compatibile al 99%.

L'amore si rafforza ulteriormente e la coppia domenica si è sposata nonostante il destino abbia voluto comunque provare a mettersi di traverso. Un anno dopo il trapianto infatti Giacomo ha subito una crisi di rigetto e tuttora è di nuovo costretto a sottoporsi a dialisi in attesa di un nuovo trapianto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere