Etruria: Rossi, ho detto di Boschi e inchiesta

Lettera a Casini, domande non hanno riguardato persone indagate

(ANSA) - AREZZO, 4 DIC - Il procuratore di Arezzo Roberto Rossi sostiene di aver risposto alla commissione d'inchiesta sulle banche sia sulla posizione di Pier Luigi Boschi, sia sulle indagini in corso sul falso in prospetto, per il quale è aperto un fascicolo. Nella lettera al presidente della commissione Pier Ferdinando Casini, Rossi ricorda di aver risposto sulla posizione di Pier Luigi Boschi precisando che non è tra gli ex del cda Etruria rinviati a giudizio, ma di aver annuito quando gli è stato chiesto se lui e altri potrebbero essere indagati.
    Rossi ha chiesto la secretazione di una parte dell'audizione, quella sul falso in prospetto, proprio perchè sono in corso indagini preliminari ed ha ricordato che le domande alle quali ha risposto riguardavano i reati ma non le persone indagate.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere