Vino: Tenute Delogu alla conquista degli Usa

Azienda Alghero punta a mercato oltre oceano, premia la qualità

Vermentino, Cannonau e Cagnulari per conquistare l'America. L'azienda vitivinicola Tenute Delogu sbarca negli Usa con le migliori produzioni di vino nate nei 22 ettari di vigneti - l'estensione di tutta l'azienda è di 60 ettari - adagiati nelle campagne di Alghero, coccolati dalla brezza marina e dal sole di Sardegna. "Internazionalizzare la nostra offerta aumentando gli scambi con i marcati esteri è uno dei nostri obiettivi", spiega Piero Delogu, titolare dell'azienda che sta guadagnando sempre più spazio e fiducia fra i cultori del vino di qualità.

Tenute Delogu con una produzione annua di circa 100 mila bottiglie, già da tempo si è fatta conoscere e apprezzare nei Paesi d'Oltralpe, aprendo un fruttuoso canale di mercato verso Germania, Olanda, Danimarca e Inghilterra. Ora le sue bottiglie di Geo, Die, Ego, Cagnulari, Ide e Chelos, varcheranno l'oceano. "Da oltre un anno abbiamo iniziato l'internazionalizzazione del mercato vendite, e dall'1 gennaio estenderemo i nostri canali concentrandoci sugli Stati Uniti e su una maggiore concentrazione in tutta l'Europa", spiega il responsabile commerciale di Tenute Delogu, Pier Francesco Fracassi.

Già ora la rete commerciale intrecciata dall'azienda di Alghero può contare su quattro rappresentanti in Sardegna (uno per ogni provincia dell'Isola) e su ben venti incaricati nella Penisola. "L'azienda è organizzata per una produzione annua che può raggiungere le 300 mila bottiglie, e questo è il nostro obiettivo a medio termine. Chiaramente come precisa politica aziendale abbiamo scelto di fare un passo alla volta e accrescere le produzioni andando incontro alle richieste dei consumatori", precisa ancora Fracassi.

E per seguire le richieste del re mercato, nei vigneti delle Tenute Delogu la tradizione sarda ha sposato i vitigni internazionali, proprio per assecondare i palati dei consumatori fuori dall'Isola. Così nelle bottiglie prodotte nelle campagne di Alghero i tecnici dell'azienda, sapientemente guidati dal giovane enologo Antonio Puddu, miscelano con cura e passione Cannonau, Merlot, Syrah e Cabernet per ottenere vini di qualità eccellente e dalle proprietà indimenticabili. Anche quest'anno, che il clima torrido e la siccità hanno abbassato la produzione di uva di circa il 20 per cento, alle Tenute Delogu sono riusciti a far vincere la qualità: "Nonostante le difficoltà causate dal clima di quest'anno, abbiamo ottenuto una qualità eccellente, rispettando gli standard che l'azienda si è imposta come carattere distintivo", conferma l'enologo Puddu. Una qualità che d'ora in poi potranno apprezzare anche negli Stati Uniti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere