Vino: fine arte della potatura in aula

Un sistema innovativo per ottimizzare la produzione

(ANSA) - CAGLIARI, 3 DIC - Una corretta potatura attraverso le giuste tecniche di taglio per ottimizzare la produzione di uva e salvaguardare la salute della vite.
    Agronomi, addetti ai lavori, tecnici, studenti ma anche appassionati del verde, tornano in aula e in vigna per apprendere la fine arte da parte dei 'Preparatori d'Uva'. Riapre in Sardegna la scuola italiana di potatura della vite sulla base del celebre metodo "Simonit & Sirch", dal nome dei due esperti agronomi che hanno ideato un innovativo sistema adottato da oltre 150 fra le principali aziende vinicole italiane e straniere.
    I corsi, giunti alla 11/a edizione, si terranno dal 4 al 6 dicembre nella sede dell'Azienda Argiolas di Serdiana e dal 23 al 25 gennaio nelle Vigne Surrau, in Gallura, nel territorio di Arzachena.
    Sono quattro le giornate formative, tre invernali e una primaverile per la potatura verde, tra lezioni teoriche in aula ed esercitazioni pratiche in vigneto. Le lezioni e le esercitazioni verranno effettuate su vigneti potati secondo il Metodo Simonit&Sirch. Ai partecipanti che supereranno le prove finali sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
    L'obiettivo della Scuola è insegnare le basi del Metodo Simonit&Sirch di potatura ramificata della vite che si fonda su quattro regole base che possono essere applicate universalmente: permettere alla pianta di ramificare con l'età, di occupare spazio col fusto e con i rami; garantire la continuità del flusso linfatico; eseguire tagli di piccole dimensioni sul legno giovane, poco invasivi; utilizzare, quando necessario, la cosiddetta tecnica "del legno di rispetto" per allontanare il disseccamento dal flusso principale della linfa. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere