Autunno in Barbagia,eccellenze in mostra

Dal 2 settembre al 18 dicembre in 28 paesi, si parte da Bitti

(ANSA) - NUORO, 31 AGO - Prodotti tipici, tra artigianato ed enogastronomia, ma anche escursioni, musica, balli sardi: l'identità dell'interno dell'isola in vetrina ogni fine settimana dal 2 settembre al 18 dicembre. Ritorna "Autunno in Barbagia", manifestazione giunta alla 16/a edizione, promossa dalla Camera di commercio di Nuoro e dall'Aspen, la sua azienda speciale, che coinvolge 28 paesi del territorio.
    E quest'anno la manifestazione, che vede ancora una volta l'Assessorato regionale al Turismo, Commercio e Artigianato primo sponsor ufficiale, parla in limba. Sarà il sardo, infatti, la lingua usata per la comunicazione.
    La campagna pubblicitaria quest'anno è incentrata sui cinque sensi, come ha spiegato nel corso della conferenza stampa di presentazione Agostino Cicalò, presidente della Camera di Commercio di Nuoro: "Il profumo del mosto, le note dei Tenores, la morbidezza delle colline dei vigneti, il gusto della ricotta, in una cornice naturalistica unica al mondo".
    Partenza già dal prossimo weekend, dal 2 al 4 settembre, a Bitti. "L'edizione del 2015 ci ha regalato 450 mila visitatori sardi e con il coinvolgimento di circa 1500 imprese. Il nostro obiettivo è di crescere ancora con i prodotti di qualità e che rispettino le regole", ha detto Cicalò, annunciando che quest'anno ci sarà tolleranza zero. "Stiamo intervenendo sul fronte delle regole. Il rischio altrimenti è il dilettantismo in un settore come quello degli alimenti che mette a rischio la salute pubblica. Questo non sarà possibile: anche quest'anno saranno effettuati i controlli a campione da parte della Asl e della Guardia di Finanza".
    Partner della rassegna sono il Banco di Sardegna, Tiscali, Tirrenia, Moby, Sardinia Ferries e Grimaldi. "La manifestazione è da noi molto apprezzata sia per il contributo che fornisce alla nostra attività commerciale che in termini di immagine - ha detto l'amministratore delegato della Grimaldi Eugenio Cossu -.
    Il turista è sempre più interessato a conoscere le tradizioni, l'enogastronomia e la cultura del centro Sardegna. In questo periodo di crisi deve essere la chiave di volta per superare le difficoltà". E Giannina Balia, direttore area Est del Banco di Sardegna, ha aggiunto: "Saremo presenti in 15 tappe fornendo consulenza gratuita agli utenti. La novità di quest'anno riguarda il Pos per gli imprenditori che vorranno mettere a disposizione dei turisti questo importante strumento che li agevola nei pagamenti". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

null

Pronto Diploma, a Cagliari un metodo innovativo per il recupero degli anni scolastici

Lo studio in classe e gli insegnamenti online permettono di rivolgersi ad un vasto pubblico interessato a conseguire il diploma attraverso il metodo blended learning



Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere