Sassari: M5s, ripartire da centro storico

Murru in corsa per sindaco, "città è paralizzata e depressa"

Il Movimento 5 Stelle di Sassari riparte dal centro storico e dall'orgoglio "di una città paralizzata e depressa dalla cattiva amministrazione di centrosinistra e da politici innominabili". Parole e ambizioni di Maurilio Murru, candidato sindaco alle prossime comunali, che all'hotel Grazia Deledda ha presentato il suo progetto e la squadra in vista del voto del 26 maggio. "Abbiamo lavorato con una squadra di professionisti di varia estrazione a un progetto fondato su una visione organica di rilancio", ha detto Murru davanti ai principali rappresentanti istituzionali M5s del territorio, dal senatore Ettore Licheri al deputato Mario Perantoni, passando per la neo consigliera regionale Desirée Manca. "C'era una volta una città vivace, allegra e dinamica, con l'85% delle persone che viveva nel centro storico", è l'incipit della campagna elettorale pentastellato. "Botteghe, negozi, attività, fermento - dice Murru - tutto faceva della città vecchia un laboratorio culturale per la Sardegna e per l'Italia, come conferma la presenza di politici come Antonio Segni e Francesco Cossiga".
    Secondo il Movimento, il paragone col presente è impietoso.
    Del gruppo che sta limando nei dettagli il programma fanno parte Costantino Lionetti e Bruno Lombardi, che in caso di successo saranno gli assessori della Programmazione e della Cultura, ma anche Stefano Sechi, Laura Useri, Salvatore Polo e Valentina Lecca, che correranno per un seggio a palazzo Ducale.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere