In Sardegna riprese le ricerche del pastore disperso

Soccorritori in campo anche con droni e cani. Chiusa la Statale 198 in Ogliastra. Ripristinato il servizio idrico

 Sono riprese questa mattina all'alba le ricerche di Nicola Campitello, il pastore di origine campana, disperso nella zona di Castiadas colpita dall'ondata di maltempo. Corpo forestale, vigili del fuoco, carabinieri e Soccorso alpino stanno passando palmo a palmo la zona di Capo Ferrato e Costa Rei, nella parte sud-orientale dell'Isola, dove ieri sono stati trovati alcuni vestiti dell'uomo.
    Come già accaduto ieri saranno utilizzati droni e cani. In volo anche gli elicotteri delle forze dell'ordine che stanno sorvolando la zona. L'ultimo avvistamento del pastore risale alle 17.30 di mercoledì in località Bau Arena. L'uomo si trovava nei pressi dell'ovile, a monte del rio Sa Figu, quando è stato sorpreso dal nubifragio.

Sono stati trovati massi sulla strada statale 198 "di Seui e Lanusei" in Ogliastra. L'arteria viaria è stata provvisoriamente chiusa al traffico la corsia in direzione dell'innesto per la strada statale 128 all'altezza dl km 108, vicino a Tortolì in provincia di Nuoro. Le squadre dell'Anas sono sul posto per le operazioni di rimozione dei detriti.

E' stato invece ripristinato il servizio idrico. Le squadre del gestore idrico della Sardegna, Abbanoa, hanno lavorato tutta la notte per completare le riparazioni negli impianti danneggiati dal maltempo: sollevamenti bloccati da black-out elettrici, condotte e pozzi travolti dalle ondate di piena, intasamenti fognari, tombini saltati, eccezionale riversamento di detriti in fognatura. Abbanoa ha schierato sul campo nelle zone colpite tutti gli uomini e mezzi necessari per far fronte alle numerose criticità: 20 squadre di pronto intervento, tecnici elettromeccanici, mezzi pesanti, operatori con autospurgo e autobotti per le zone disalimentate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere