Lirico, ovazione per Lucia Lammermoor

Opera di Donizetti sino al 14 maggio. La prima in città nel 1838

(ANSA) - CAGLIARI, 6 MAG - Prima di andare avanti col suo canto ha dovuto aspettare che finissero gli applausi e i "brava" che arrivavano dal pubblico. Lei, Lucia sul palco e Gilda Fiume nella vita artistica, ha fatto alcuni inchini, e quindi ha proseguito col suo sfogo di innamorata costretta a sposare Arturo (poi ucciso dalla donna nella notte di nozze) nonostante il cuore dicesse Edgardo. È stato il momento chiave della prima di Lucia di Lammermoor, in scena ieri al Teatro Lirico di Cagliari. Per l'opera di Gaetano Donizetti un bel ritorno nel capoluogo dopo l'ultima volta, 13 anni fa, sempre con regia, scene, costumi e luci di Denis Krief. Lo stesso allestimento era stato proposto anche nel 2000 all'Anfiteatro romano.
    La prima a Cagliari era stata al Teatro Civico nel 1838, tre anni dopo l'esordio assoluto al Teatro S.Carlo a Napoli. A colpire gli spettatori anche le scenografie che simboleggiano le passioni dei protagonisti: dal mare sempre in movimento nella scena della partenza in Francia di Edgardo al cielo in tempesta.
    Molti applausi alla fine dello spettacolo. Si replica il 7 maggio alle 17 (turno D); martedì 9 maggio alle 20.30 (turno F); mercoledì 10 maggio alle 20.30 (turno B); venerdì 12 maggio alle 20.30 (turno C); sabato 13 maggio alle 17 (turno I); domenica 14 maggio alle 17 (turno E). Le recite per le scuole, edizione "ridotta" dell'opera della durata complessiva di 75 minuti circa, sono previste martedì 9 maggio alle 11, giovedì 11 maggio alle 17 e venerdì 12 maggio alle 11. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai al Canale: ANSA2030
Vai alla rubrica: Pianeta Camere