Alcoa: 200 lavoratori manifesteranno a Roma

Partenza in nave stasera da Olbia per sit-in a Montecitorio

(ANSA) - CAGLIARI, 15 FEB - Nuova manifestazione di protesta dei lavoratori dell'Alcoa di Portovesme, nel Sulcis, domani a Roma. Si imbarcheranno in duecento, stasera dal porto di Olbia, e domani saranno in piazza Montecitorio dove chiederanno a gran voce un incontro con la presidenza del Consiglio dei ministri.
    Gli operai sperano in una soluzione definitiva della vertenza che consenta la riattivazione dello stabilimento di Portovesme, fermo ormai da tre anni. I manifestanti attendono notizie sulle decisioni di Glencore, la multinazionale svizzera che un anno fa aveva manifestato l'interesse ad acquistare lo stabilimento a certe condizioni, cioè la produzione di alluminio per almeno dieci anni in condizioni di superinterrompibilità. E sull'azione del governo al quale è stato chiesto da più parti, Giunta e Consiglio regionale compresi, di intervenire anche favorendo accordi bilaterali con Enel già realizzati in situazioni analoghe, e di trovare la strada per superare il tema degli alti costi dell'energia.
    La partenza a Roma era prevista inizialmente per il 10 febbraio, quando sembrava certa la data della convocazione a Palazzo Chigi. Oggi i lavoratori si imbarcheranno senza sapere se la delegazione sarà ricevuta. "Questo silenzio ci preoccupa - ha detto Rino Barca della Cisl - il governo deve decidere se l'Italia intenda ancora produrre alluminio primario, domani chiederemo una risposta definitiva". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere