'Levante Prof' a Bari dal 10 marzo

'La più importante fiera del Sud che valorizza il Made in Italy'

(ANSA) - BARI 26 FEB - Il vero 'made in Italy' agroalimentare, con oltre 330 produttori tra panificatori, pasticceri, pizzaioli e produttori di pasta fresca, gelatai, produttori di vino e birra, bar e ristoratori e quest'anno anche hotellerie, sarà presente nel quartiere della Fiera del Levante a Bari nell'ambito della sesta edizione di Levante PROF per quattro giorni dal 10 al 13 marzo.
    "La manifestazione - ha detto l'organizzatore, Ezio Amendola - che si svolge ogni due anni ha avuto un incremento del 35% del numero di espositori e già nella scorsa edizione ha visto la partecipazione di oltre 25 mila operatori del settore". "Un vero successo - ha sottolineato Amendola - di cui siamo particolarmente fieri perchè abbiamo creato una vera e propria sinergia tra gli operatori del settore e dell'intero sistema economico agro-alimentare. Nell'ambito della manifestazione si susseguiranno laboratori di pasticceria e di panificazione, aperti al pubblico ed anche ai bambini che sempre più sono attenti alla alimentazione di qualità grazie alle sollecitazioni della scuola e dei genitori". "Durante questa edizione - ha sottolineato Amendola - si terrà lo 'Splash festival', per la prima volta in fiera ma già alla quarta edizione, dove gli esperti di 'beverage', dai cocktail al caffè, si confronteranno e dove 35 professionisti e 17 aziende di tutta Italia si sfideranno nel proporre il miglior cocktail del 2019 dove ingegno e creatività stupiranno gli ospiti".
    "La Nuova Fiera del levante cresce sempre di più - ha detto il presidente, Alessandro Ambrosi - se si pensa che da gennaio ad oggi si sono svolte già tre manifestazioni: quella della biancheria, delle macchine olearie e vitivinicola per la quale abbiamo registrato la presenza di 13 mila visitatori e quest'ultima Levante PROF a cui siamo particolarmente legati perchè rappresenta l'eccellenza dei prodotti agroalimentari made in Italy che ci fa riconoscere in tutto il mondo".
    "La produzione agroalimentare pugliese e nazionale - ha precisato l'assessore comunale alle attività economiche, Carla Palone - è un vero biglietto da visita per i nostri territori che ospitano i turisti che ricercano non solo le nostre bellezze naturalistiche, storiche-architettoniche ma anche i nostri prodotti alimentari di eccellenza, magari da portare a casa come un souvenir". "Come Regione - ha concluso l'assessore regionale allo sviluppo economico, Cosimo Borracino - guardiamo con grande interesse alle attività degli imprenditori del settore agroalimentare riconoscendo nella categoria una capacità di sviluppo che si sta sempre più evolvendo sviluppando il PIL regionale e nazionale".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere