Sostanze dopanti nelle palestre, 50 indagati

Destinate a palestrati e buttafuori dei locali divertimento

(ANSA) - TORINO, 1 DIC - Cinquanta persone sono indagate per vendita di sostanze dopanti e stupefacenti all'interno di palestre e di furto di carburante in tutto il Nord Italia. I Carabinieri del Nas di Torino, coadiuvati dai colleghi di 11 province, hanno eseguito le ordinanze di applicazione di misure non detentive (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e obbligo di dimora) emesse dal gip presso il Tribunale di Novara. I 50 indagati sono accusati, a vario titolo, di furto, ricettazione, commercio illecito di anabolizzanti, in parte stupefacenti e farmaci pericolosi per la salute pubblica.Le indagini sono state avviate dal Nas di Torino nell'ottobre 2016 a seguito di controlli congiunti con l'Agenzia delle Dogane su plichi sospetti provenienti dall'estero contenenti prodotti farmaceutici. Ne è emersa una rete di approvvigionamento e distribuzione al dettaglio di sostanze anabolizzanti e dopanti vietate destinate a frequentatori di palestre e addetti alla sicurezza presso locali di divertimento.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
La social tv del Consiglio regionale