Ricatto per foto osé, 13enne minaccia il suicidio

Salvata dagli insegnanti, denunciato un quindicenne

   Ricattata da un quindicenne per alcune foto osè, una ragazzina di 13 anni ha meditato di suicidarsi a scuola, a Lodi. Prima di farlo ha però lasciato un bigliettino ad un'insegnante ed è così stata salvata. E si è scoperta tutta la vicenda, riportata da alcuni quotidiani.

Sul posto è arrivata la polizia che ha scoperto come il ragazzo, a cui lei stessa aveva mandato via WhatsApp foto intime, da tempo la ricattasse per non mostrarle ai genitori, foto che comunque erano già circolate fra i ragazzi.

Il quindicenne è stato denunciato per estorsione e diffusione di materiale pedopornografico.
   

E' ricoverata in ospedale, in pediatria, la tredicenne che ha pensato al suicidio dopo esser stata per mesi vittima di un ricatto per alcune foto osé. La preside della scuola media di Lodi che frequenta ha spiegato che è in osservazione dopo il grave choc subito. I medici incontreranno la preside per definire insieme una linea di comportamento da tenere dopo che sarà dimessa. "La giovane - ha spiegato la dirigente - ha subito un forte choc. Si tratta di una ragazza che era sempre andata bene a scuola e non aveva avuto mai nessun problema. La nostra scuola, proprio quest'anno, si era impegnata per far conoscere agli studenti i pericoli del web, di Internet. E li aveva anche ammoniti, con lezioni tenute dalla polizia, sui risvolti penali di un'uso cattivo di questi strumenti. Una situazione del genere non ce la saremmo mai aspettata".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa