Bruxelles: Salvini, stavo per imbarcarmi

'Ero diretto alla sala partenze mi ha fermato polizia'

(ANSA) - MILANO, 22 MAR - "Sto rientrando in questo momento nei miei uffici a Bruxelles, la polizia mi ha bloccato a poca distanza dall'aeroporto, dove a minuti avrei preso un aereo per l'Italia": lo ha detto all'ANSA Matteo Salvini, segretario della Lega Nord. Raggiunto al telefono, Salvini ha spiegato "stavo andando proprio alla sala partenze dell'aeroporto di Bruxelles per tornare in Italia quando sono stato bloccato e rimandato indietro dalla polizia. Qui intorno c'è un grande caos".
   

Il Viminale ha innalzato le misure di sicurezza negli aeroporti italiani dopo l'attentato di Bruxelles. Secondo quanto si apprende il Dipartimento di Pubblica sicurezza ha disposto un ulteriore rafforzamento dei dispositivi di controllo, già elevati, con particolare riferimento ai principali scali italiani. Disposto inoltre un coordinamento immediato con tutte le forze di sicurezza presenti negli aeroporti e uno scambio informativo con le direzioni aeroportuali e con le società che gestiscono gli scali.

Minuto di silenzio e bandiere listate a lutto nell'Aula di Palazzo Pirelli: così si è aperta la sessione europea, prevista proprio oggi, del Consiglio regionale della Lombardia. "L'Europa e le istituzioni europee sono sotto attacco, siamo tutti a Bruxelles", ha detto il presidente dell'assemblea regionale Raffaele Cattaneo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Camera di Commercio di Milano
Camera di Commercio di Milano
Aeroporto Malpensa