'Cassanata', Fantantonio indagato per resistenza

Fermato per eccesso velocità, strappò multa e insultò vigili

 Antonio Cassano, l'ex attaccante della Sampdoria e della Nazionale, è indagato a Genova per resistenza a pubblico ufficiale. La vicenda risale allo scorso anno quando il calciatore, alla guida della sua auto, venne fermato da una pattuglia della polizia locale per eccesso di velocità a Nervi, nel quartiere dove vive. Cassano, secondo l'accusa, sarebbe sceso dall'auto e avrebbe insultato i vigili. Mentre uno degli agenti stava verbalizzando, il giocatore gli aveva strappato dalle mani il libretto delle multe. A quel punto è scattata la denuncia. Il procuratore aggiunto Francesco Pinto nei prossimi giorni invierà il decreto di citazione a giudizio. Il legale di Cassano, l'avvocato Pietro Bogliolo, ha già fatto opposizione contro la multa.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere