Omicidio a Spezia: Legale militare, s'è sentito minacciato

Interrogato in carcere. Difesa, era preoccupato per la donna

 "Francesco Ruggiero ha tamponato la macchina di D'Aprile e quando lo ha visto avvicinarsi si è sentito minacciato" tanto che, cercando di caricare la pistola "gli è partito un colpo che è rimasto dentro l'abitacolo". Lo ha detto l'avvocato Maria Concetta Gugliotta, difensore di Francesco Ruggiero, il sottufficiale dell'Aeronautica accusato dell'omicidio del ristoratore spezzino Vincenzo D'Aprile avvenuto ieri alle 13 in piazza Ferro alla Spezia. L'interrogatorio cui è stato sottoposto Ruggiero è durato circa 4 ore e gli atti sono stati secretati. Secondo indiscrezioni Ruggiero ha spiegato di aver avuto una relazione con l'ex moglie di D'Aprile e che la donna gli avrebbe riferito alcuni episodi di violenza subiti dall'ex marito. "Anche il mio assistito in passato ha subito minacce da D'Aprile, aveva paura per la propria incolumità, tanto da presentare all'Aeronautica domanda di trasferimento - ha detto l'avvocato -. E era preoccupato per lei".

Domani, in tribunale alla Spezia, era prevista la prima udienza per il divorzio tra il ristoratore e la moglie. 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA