Ericsson: solo un lavoratore ricollocato dalle istituzioni

Sindacati: impegno c'è ma tempi sono troppo lunghi

 "Un incontro che conferma l'impegno di Comune, Regione e Confindustria nel cercare di trovare una soluzione ma con tempi molto lunghi". Massimo Dalla Giovanna, rsu Ericsson, riassume così l'esito della riunione con i rappresentanti delle istituzioni locali e di Confindustria per il ricollocamento dei 51 lavoratori licenziati da Ericsson. A parte qualche caso di ex dipendenti che sono riusciti da soli a trovare un'alternativa, solo un lavoratore su 51 è stato finora collocato con il sistema dei curricula raccolti e consegnati da Comune e Confindustria alle aziende del territorio. Intanto nei prossimi mesi si profilano nuovi ulteriori tagli al personale che, solo a Genova, ha visto i dipendenti più che dimezzati negli ultimi dieci anni: "Ericsson ha dichiarato 600 esuberi a livello nazionale - ricorda Fabio Allegretti, Slc Cgil - a fine mese avremo un incontro con l'azienda che si è detta disponibile ad aprire una trattativa con noi prima di un' eventuale nuova procedura di licenziamento collettivo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere