• Porto Imperia, assoluzione definitiva per Bellavista Caltagirone

Porto Imperia, assoluzione definitiva per Bellavista Caltagirone

Procura generale e parti civili non impugnano sentenza Appello

 Il costruttore Francesco Bellavista Caltagirone è stato assolto in via definitiva con formula piena, perché 'il fatto non sussiste', dall'accusa di truffa ai danni dello Stato nel processo sulle presunte irregolarità nella costruzione del porto turistico di Imperia. La sentenza della Corte d'Appello di Torino, dello scorso 13 marzo, secondo una nota dell'imprenditore romano, non è stata impugnata entro i termini consentiti (la scadenza era lunedì 9 ottobre) né dalla Procura generale né dalle parti civili. Così si è concluso l'iter processuale, dopo sette anni, avviato dalla procura di Imperia. L'inchiesta travolse Bellavista Caltagirone e altre dieci persone, tra cui Carlo Conti (ex direttore generale del Comune di Imperia). L'indagine era incentrata sulle presunte lievitazioni dei costi di costruzione. Secondo l'accusa la costruzione del porto venne viziata da una catena di irregolarità (tra cui appalti truccati) che portarono quasi a triplicare i costi iniziali di 80 milioni ai danni dello Stato.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere