Mafia, maxi operazione a Viterbo con 13 arresti

Controllavano locali e compro oro. Numerose le perquisizioni

 I carabinieri del Comando Provinciale di Viterbo stanno eseguendo un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma su richiesta della Dda di Roma, che dispone l'arresto di 13 persone indagate, a vario titolo, per i reati di associazione a delinquere di stampo mafioso. Numerose le perquisizioni. Accertata l'esistenza di un'organizzazione dai connotati mafiosi che avrebbe imposto il proprio controllo su negozi compro oro, locali notturni, ditte di trasloco e attività delittuose come recupero crediti nella provincia di Viterbo. Le indagini hanno consentito agli investigatori di ricostruire i tasselli di un mosaico che avrebbe portato alla luce un pericoloso panorama criminale. Il sodalizio - con solidi collegamenti con ambienti 'ndranghetisti - si era imposto a Viterbo e provincia attraverso una serie di aggressioni e gravi atti intimidatori, esercitando un'azione di controllo del territorio. Particolarmente grave l'episodio che ha visto incendiare l'auto ai carabinieri.

Le indagini hanno consentito agli investigatori di ricostruire i tasselli di un mosaico che avrebbe portato alla luce un pericoloso panorama criminale. Il sodalizio - con solidi collegamenti con ambienti 'ndranghetisti - si era imposto a Viterbo e provincia attraverso una serie di aggressioni e gravi atti intimidatori, esercitando un'azione di controllo del territorio. Particolarmente grave l'episodio che hanno visto incendiare l'auto ai carabinieri. Ad eseguire l'ordinanza di custodia cautelare i carabinieri del Comando Provinciale di Viterbo, coadiuvati dal Raggruppamento Aeromobili di Pratica di Mare, dalle unità cinofile e da militari dell'8° Reggimento "Lazio". Le 13 persone sono indagate, a vario titolo, per i reati di associazione per delinquere di stampo mafioso (art. 416 bis del c.p.). I dettagli saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle 11 a Roma, nella sede del Comando Provinciale dei Carabinieri alla presenza di Michele Prestipino, Procuratore aggiunto Dda Roma e del colonnello Giuseppe Palma, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Viterbo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA


Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Muoversi a Roma