Fiamme nel parco occupato nel centro di Ostia

Incendio alto 20 metri in area 'Punto qualità'. Paura tra palazzi

Fiamme, paura e proteste nella notte in centro ad Ostia, il quartiere sul mare a sud di Roma, quando per l'incendio di un pino in un'area verde abbandonata, occupata da un gruppo di giovani dell'est europeo, si sono sviluppate fiamme alte fino a 20 metri in mezzo ai palazzi. E' successo nel 'parco' compreso tra viale Capitan Casella e via Oletta, che avrebbe dovuto essere riqualificato e valorizzato con il progetto 'Punti Verde Qualità', ma negli anni è stato lasciato all'incuria e poi è diventato una sorta di accampamento permanente, rifugio per persone senza casa che sono aumentate sempre più di numero.

La notte scorsa l'incendio, provocato probabilmente da un fuoco acceso per mangiare e riscaldarsi. Le fiamme hanno lambito i piano più alti dei palazzi distanti poche decine di metri. I residenti hanno chiamato i Vigili del Fuoco che hanno spento l'incendio, Polizia e Carabinieri che hanno dovuto chiudere la strada per consentire la messa in sicurezza della zona.

L'episodio riaccende la protesta dei cittadini per l'inerzia del Comune che, affermano, dopo aver revocato la concessione del Punto Verde Qualità, fatta qualche anno fa a un soggetto privato, non ha mai provveduto alla manutenzione, lasciandola degradare ad area fatiscente nel mezzo della città (Ostia è un quartiere di Roma, ma per popolazione la zona sarebbe tra i primi 10 Comuni italiani), mettendo in pericolo la sicurezza sia per la sempre più frequente caduta di pini non potati anche sui marciapiedi della strada sia per l'occupazione da parte di gruppi di persone senza casa.    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Imprese & Mercati

Responsabilità editoriale di Pagine SÌ! S.p.A.
Vai alla rubrica: Pianeta Camere
ACLI
Muoversi a Roma